Logo Orienta

Scienze storiche

Dipartimento di Lettere e Filosofia

Corso interateneo con l’Università di Verona

Il corso di studi corrisponde a un progetto strategico volto a rafforzare la formazione magistrale nel campo storico attraverso la sinergia con l’Ateneo di Verona, con il quale erano già attive da tempo delle collaborazioni. La partecipazione dei due atenei consente di dar vita a un’offerta didattica più ampia con il coinvolgimento di un maggior numero di docenti e l’attivazione di una ricca gamma di insegnamenti. È possibile infatti scegliere fra tre percorsi (Antichità e Medioevo, Società e istituzioni nell'età moderna e contemporanea, Società e culture dal Medioevo all’età contemporanea),in grado di soddisfare molteplici esigenze di specializzazione. Mentre la gestione amministrativa sarà tenuta a turno dai due atenei a cadenza biennale, molti insegnamenti saranno tenuti in parallelo in entrambe le sedi universitarie, e questo contribuirà ulteriormente ad ampliare le possibilità di scelta degli studenti.

La laurea magistrale in Scienze storiche è indirizzata allo studio di tutte le forme della memoria, nella continua interrelazione tra le discipline storiche propriamente dette e quelle scienze (un tempo dette ‘ausiliarie’) che si occupano della loro comprensione.

Mira pertanto a fornire un’alta qualificazione circa le modalità di creazione e di conservazione della memoria: sapere come si usava e come si usa tramandare il ricordo degli avvenimenti e delle opinioni, e distinguere all’interno di quanto ci è giunto tra realtà, finzione e luogo comune.

Si impara dunque a esercitare una critica che, sia pure in modo più specializzato, non è altro che l’atteggiamento che dovrebbe guidare ogni cittadino consapevole nei confronti delle strutture del potere e dei meccanismi dell’informazione. Un corso di studi per chi intende dedicarsi professionalmente all’insegnamento della storia nelle scuole medie e superiori, ma anche un prezioso tassello della formazione di chi vorrà occuparsi di conservazione della memoria (archivisti, bibliotecari), di chi intende operare nella pubblicistica e nell’editoria, di chi sceglie come orizzonte di impegno la vita politica.