Logo Orienta

Mediazione linguistica, turismo e culture

Dipartimento di Lettere e Filosofia

Corso interdipartimentale con il Dipartimento di Economia e Management dell'Università di Trento.

Il corso di laurea magistrale in Mediazione linguistica, turismo e culture si propone l’obiettivo di formare una figura professionale capace di gestire i processi di comunicazione e interazione offline e online tra le organizzazioni turistiche e culturali territoriali e il mercato turistico internazionale.

L’offerta didattica integra una solida preparazione linguistica e culturale con specifiche conoscenze teoriche e pratiche di natura economica, geografica, sociologica e informatica. La formazione linguistica e culturale consentirà l’interazione della cultura e del linguaggio locale con culture e linguaggi di contesti internazionali diversi. La formazione economica, geografica, sociologica e informatica permetterà un’analisi interdisciplinare dei fenomeni sociali e territoriali relativi al mercato turistico, alla geografia fisica e antropica del contesto locale e dei contesti internazionali e ai processi di sviluppo turistico.

Gli sbocchi occupazionali previsti sono in aziende turistiche del ricettivo alberghiero, dell’incoming, e dell’intermediazione, con funzioni di responsabilità nell’ambito della comunicazione; in attività di progettazione e commercializzazione di viaggi e dei prodotti turistici rivolti al mercato internazionale; in imprese cooperative e consortili del turismo nei paesi in via di sviluppo; nell’organizzazione di eventi culturali spettacolari ed espositivi; nella gestione dei servizi di informazione, comunicazione e accoglienza, nei beni culturali ed ambientali; nelle istituzioni governative, centrali e decentrate, nei settori del turismo, della cultura, dei beni culturali e ambientali e dello sviluppo locale; nell’ambito di realtà territoriali locali e internazionali per promuovere uno sviluppo turistico sostenibile e integrato anche a livello di cooperazione internazionale.

I nostri studenti

Tre lingue, materie economiche e argomenti di attualità, lavoro di gruppo

Michela Caccia
intervista a Michela Caccia, iscritta al corso di laurea magistrale in Mediazione linguistica, turismo e culture dell’Università di Trento. Michela viene da Bussolengo, in provincia di Verona.

Michela, cosa ti ha attratto maggiormente verso il tuo indirizzo di studi? 

La mia scelta deriva dalla forte continuità che questo percorso ha cercato di dare in riferimento al corso triennale. Qui infatti sono ripresi e approfonditi alcuni degli argomenti incontrati nei tre anni precedenti. Questa laurea magistrale è caratterizzata dallo studio delle due lingue europee già scelte in triennale e dall'introduzione di una terza lingua (cinese o russo). Si tratta di una opportunità per lo studente che poche altre università offrono. Oltre alle lingue, un ruolo importante viene ricoperto dalle materie economiche, che si focalizzano su vari aspetti dell'industria del turismo. In generale, inoltre, all'interno del corso si affrontano temi molto attuali come lo sviluppo turistico sostenibile e la mediazione culturale. Il dialogo e il confronto sono parte integrante del corso, spesso supportato dai lavori di gruppo. Questa soluzione vuole preparare lo studente al mondo del lavoro, dove la capacità di cooperare in un team si rivela di estrema importanza.

Cosa ti aspetti una volta finita l’università?

Una volta laureata spero di trovare un lavoro in cui possa mettere in pratica ciò che ho appreso durante il mio percorso di studi. Ancora non ho deciso su quale lavoro puntare, d'altronde al giorno d'oggi non credo sia possibile trovare subito il lavoro dei propri sogni, bisogna toccarlo con mano, un mondo, per capire se può essere il nostro. Un tirocinio dopo la laurea, magari all'estero, mi aiuterà sicuramente a sviluppare le mie inclinazioni. 

Che caratteristiche deve avere uno studente per avere successo in questo campo?

Per avere successo in questo campo - ma questo vale per qualsiasi campo - bisogna inizialmente avere una certa inclinazione per il percorso che si sceglie. Poi contano la passione, la curiosità, l'impegno e la determinazione. Importante è anche partire col piede giusto, senza mai affrontare il percorso di studi con superficialità. Bisogna infine saper cogliere le occasioni che ci vengono presentate. Non si può pensare che una laurea oggi sia sufficiente per avere successo. È sempre più fondamentale arricchire il percorso di studi intrapreso con esperienze extra-curricolari, che permettano una crescita a livello personale del futuro laureato.