Logo Orienta

MAIN - Innovation Management

Dipartimento di Economia e Management

La laurea magistrale in Innovation Management (MAIN), interamente svolta in lingua inglese, è progettata ed organizzata congiuntamente dall’Università di Trento e dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

Il programma, di durata biennale e a tempo pieno, punta a fornire solide competenze nell’ambito dei processi di innovazione nei diversi settori industriali, offrendo inoltre una comprensione approfondita delle dinamiche innovative a livello d’impresa.
Vi sono numerose possibilità di apprendimento non solo teorico ma anche pratico (il cosiddetto “direct learning”): gli studenti ad esempio analizzano casi pratici in aula, affrontano tematiche in gruppi di studio e hanno l’opportunità di svolgere uno stage e di partecipare al concorso di business dell’Università di Trento “MIM Business Challenge”.

Il primo anno è dedicato ai corsi principali e si svolge a Trento, mentre il secondo anno ha luogo a Pisa, dove il percorso viene completato da ulteriori corsi e dallo stage obbligatorio.

I nostri studenti

Un corso dal respiro internazionale con un metodo di studio innovativo

Luca Manisera

intervista a Luca Manisera. Luca è iscritto al corso di laurea magistrale in Innovation Management dell’Università di Trento e viene da Brescia.

Luca, quali pensi siano gli elementi qualificanti del tuo corso di laurea magistrale?

Una delle peculiarità del corso in Innovation Management è che è organizzato dall'Università di Trento e dalla Scuola Superiore S. Anna di Pisa: alla fine degli studi si ottiene un doppio titolo di laurea, rilasciato da entrambi gli ateneiIn particolare, io frequento il primo anno a Trento ed il secondo a Pisa. La possibilità di fruire dell'educazione e dei servizi offerti al S. Anna credo sia uno dei fattori chiave del corso, essendo il S. Anna una delle sei scuole di eccellenza italiane.

Il corso è interamente in lingua inglese e gli studenti provengono da moltissimi paesi diversi (Canada, Vietnam, Germania, Brasile, Messico, Cina...). Ovviamente tutto ciò è arricchente dal punto di vista formativo e umano e dà un respiro internazionale al corso di studi.

Molti insegnamenti della magistrale, inoltre, prevedono un metodo di studio che non consiste esclusivamente in lezioni frontali, ma anche in presentazioni, casi studio, lavori di gruppo e laboratori. Un esempio può essere lo “startup lab”, in cui, assieme a studenti dell’area ICT, si costruisce un progetto imprenditoriale da zero; attraverso un concorso è poi possibile partecipare alla competizione internazionale per nuove idee imprenditoriali “VT Business Challenge”, che si tiene negli Stati Uniti, presso il Virginia Tech.

Infine, il tirocinio obbligatorio rende il percorso di studi maggiormente professionalizzante.

Che rapporto hai con i tuoi docenti e gli altri studenti del corso?

Il rapporto con i docenti è buono. Avendo frequentato la triennale a Trento, mi sono abituato ad un rapporto stretto e a volte quasi confidenziale con i professori. Benché ovviamente vi siano alcune eccezioni, la maggior parte dei professori è sempre disponibile a chiarimenti e consigli via mail o di persona. Per quanto riguarda il rapporto con i compagni di corso, l'ambiente non è affatto competitivo, anzi è collaborativo. Non a caso ci si trova anche al di fuori dell'ambiente universitario, ed essendo tutti fuori sede, si esce assieme.

Tu sei anche uno studente orientatore. Come stai vivendo quest’esperienza?

Essere uno studente orientatore è davvero una bella esperienza. Il tutto consiste principalmente nell'andare nelle scuole superiori e a fiere dell’orientamento o partecipare alle giornate “Porte aperte” all'università e dare supporto ai ragazzi delle superiori che devono affrontare la difficile scelta del percorso di studi universitario. L’attività è molto stimolante, poiché si lavora insieme ad altri studenti orientatori, anche di altri dipartimenti, e si è a stretto contatto con i ragazzi delle superiori che hanno mille dubbi e problemi attraverso i quali lo studente universitario è già passato. Inoltre trovo che sia un'opportunità formativa, poiché insegna a parlare in pubblico, a offrire un servizio nel miglior modo possibile, ad essere sempre gentili e pazienti.