Logo Orienta

Scienze e tecniche di psicologia cognitiva

Dipartimento di Psicologia e Scienza Cognitive

In questo corso di laurea si studiano la mente, la parte anatomo-funzionale del cervello, il comportamento umano e animale, attraverso una molteplicità di discipline, che vanno dalla psicologia alle neuroscienze, dalla statistica per l’analisi dei dati all’informatica, dalla matematica all’ergonomia cognitiva. Un elemento caratterizzante del corso è la capacità di applicare le conoscenze teoriche della psicologia cognitiva nei diversi ambiti della società, del mondo produttivo e dell’agire umano in generale.

I nostri studenti

La lettura scientifica del comportamento umano

Simone Centonzeintervista a Simone Centonze, laureato in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva all’Università di Trento. Attualmente frequenta l’ultimo anno del corso di laurea magistrale in Psicologia. È originario di Udine; ama gli sport di squadra e il cinema d’autore.

Simone, come è nata la tua passione per la psicologia cognitiva?
Ho un background completamente estraneo al mondo della psicologia, alle superiori ho frequentato un Istituto tecnico industriale, anche se mi ha sempre affascinato lo studio del comportamento umano. Quando è giunto il momento di scegliere cercavo una chiave di lettura di questa disciplina più concreta, più “scientifica”, ed eccomi qui.

La ricerca nel settore che hai scelto sta progredendo rapidamente. In un tale contesto quali occasioni ritieni di avere studiando a Trento?
Sicuramente la possibilità di spostarmi all’estero, dati i numerosi percorsi di scambio; e poi di formarmi in strutture di enorme prestigio convenzionate con l’ateneo, che mi consentono di vedere come funziona il mondo della ricerca.

Pensi che nel tuo Dipartimento gli spazi siano adeguati per lo studio e per la didattica?
Assolutamente si, c’è molto spazio: ma la cosa migliore è che edifici, aule, laboratori sono tenuti molto bene; questo vale anche per altre strutture non solo universitarie. Penso sia una caratteristica del Trentino.

Hai già deciso cosa vorresti fare dopo l’università?
La mia intenzione è quella di iniziare il tirocinio, che farò probabilmente in strutture sanitarie, per ottenere l’abilitazione e l’iscrizione all’Albo degli Psicologi.