Logo Orienta

Ingegneria dell'informazione e delle comunicazioni

Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione

Il corso di laurea in Ingegneria dell'informazione e delle comunicazioni insegna a ideare, progettare e realizzare metodi, sistemi e apparati per l’acquisizione, memorizzazione, elaborazione e trasmissione di dati.

L’obiettivo del corso è di creare delle figure professionali con competenze non limitate ad un singolo settore, ma piuttosto con una visione complessiva (sebbene non superficiale) delle diverse metodologie e tecnologie dell’intera area dell’informazione.Il corso di Ingegneria dell'informazione e delle comunicazioni a Trento si caratterizza per un profilo internazionale molto elevato (il 15% circa dei docenti è straniero) e per uno stretto legame con il mondo produttivo (alcuni insegnamenti sono tenuti da professionisti del settore).

I nostri studenti

Mi ha spinto a scegliere questo corso la passione per la robotica e l'elettronica

Michele LinardiIntervista a Elenastudentessa al III anno del corso di laurea in Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni dell’Università di Trento (dall'a.a. 2015-2016 questo corso si chiama Ingegneria dell'informazione e delle comunicazioni).

Come hai maturato la scelta di iscriverti a questo corso?
Il mio interesse verso l'elettronica e le telecomunicazioni è nato durante il periodo del liceo grazie ad un corso di robotica. Inizialmente ero un po' restia perché pensavo fosse una cosa "da maschi", ma con il passare del tempo invece è nata una passione per la robotica, per la parte software, ma soprattutto per quella elettronica. Quando, dopo il liceo, ho vagliato le varie proposte universitarie, il percorso in elettronica e telecomunicazioni spiccava tra le altre possibilità perché univa le due tematiche che mi interessavano. 
In generale, pensare che quest'ambito di studi sia esclusivamente per ragazzi è una cosa un po' sciocca; infatti i docenti valutano gli studenti in base alle loro performance accademiche, non al genere sessuale. Quindi l'unica cosa che serve per frequentare questo corso è interesse verso la materia e voglia di studiare. Proprio per questo non ho trovato difficoltà in ambito accademico e, anzi, mi trovo bene.

Com’è il rapporto tra studenti e docenti?
I docenti dei vari corsi sono molto disponibili nei confronti degli studenti: al termine delle lezioni si possono fare domande per avere chiarimenti riguardo agli argomenti trattati; altrimenti si può scrivere loro un'e-mail o fissare un colloquio individuale. Questo torna molto utile soprattutto nei casi in cui l'esame si svolga sotto forma di progetto, quando è necessaria una continua interazione tra studente e docente.

Quali pensi siano le prospettive professionali e qualificanti del tuo corso di studi?
Un laureato in questo settore non fa fatica a trovare lavoro né in Italia né all'estero, infatti durante il percorso di studi l'inglese va di pari passo con l'italiano. Questo perchè tanti professori e tutor sono stranieri, ma soprattutto perchè l'elettronica e le telecomunicazioni appartengono ad un ambito in continua evoluzione, quindi gli articoli o le ricerche sui temi più innovativi sono pubblicati in inglese. Oltre alla ricerca, i principali sbocchi lavorativi sono nel settore pubblico e come libero professionista.